Valdarno

Questa valle riceve sopra il suo fondo tutta la terra portata dall’acque […] e infra essa terra si vede le profonde segnature de’ fiumi che quivi son passati li quali discendono dal gran monte di Prato Magno. – Leonardo da Vinci

Il Valdarno è suddiviso amministrativamente tra le Province di Arezzo e di Firenze. Il suo territorio è comunque omogeneo dal punto di vista morfologico e ciò è dovuto alla sua origine geologica: questo territorio è stato infatti interessato da due fasi lacustri, tra i 3 milioni e gli 800 mila anni fa’, e die queste due fasi ci sono pervenuti considerevoli depositi fossili. Ritirandosi le acque del lago molti corsi d’acqua hanno solcato i depositi sedimentari che ne avevano costituito il fondo, modellando il paesaggio in quelle caratteristiche forme note come “balze”.

Fin dall’antichità la valle fu attraversata da importanti arterie viarie, ricordiamo in particolare la Setteponti, che ricalca a grandi linee un antico tracciato etrusco e la romana Cassia Vetus. Per questo possiamo trovarvi degli insediamenti di straordinaria continuità abitativa, come Gropina, il cui toponimo viene fatto risalire ad un vocabolo etrusco  e che sorge in una fascia collinare atraversata da quella strada che un tempo collegava le lucumonie di Arezzo e di Fiesole, mentre oggi vi sorge una delle più belle pievi romaniche della nostra provincia, a mio parere la più bella.

Ancora questa stratificazione storica è testimoniata in luoghi come Ponte Buriano, sempre nel percorso della Setteponti, un tempo sito di produzione di ceramica corallina (I sec A.C.-I sec D.C.), poi luogo di edificazione del bellissimo ponte romanico, e quindi, secondo alcuni, soggetto degli studi paesaggistici di Leonardo da Vinci per lo sfondo della Monna Lisa.

VISITE GUIDATE IN VALDARNO