In Hoc Signo Vinces

1700 anni dalla Battaglia di Ponte Milvio e dall’Editto di Milano – (312-313 d.C.)

Basilica di San Francesco, Arezzo – 20 Dicembre 2013/13 Marzo 2014

 

 

In occasione della chiusura dei festeggiamenti per l’Anno Costantiniano, prende il via questa ultima parte dell’esposizione che ha coinvolto la basilica di San Francesco durante tutto il 2013, in virtù della presenza nella stessa chiesa del ciclo di affreschi de “La Leggenda della Vera Croce” di Piero della Francesca, nel quale vengono narrati alcuni episodi che vedono protagonisti Costantino e la madre Elena.

A 1700 anni dall’Editto di Milano del 313, che stabilì la tolleranza religiosa in tutto l’Impero Romano, grazie all’organizzazione di MiBACT, Soprintendenza per i Beni Architettonici Paesaggistici Storici Artistici ed Etnoantropologici di Arezzo e il Museo della Basilica di San Francesco, “In Hoc Signo Vinces” è stata dedicata al Reliquiario della Vera croce proveniente da San Francesco a Cortona, dal 20 dicembre 2012 al 13 gennaio 2013, quindi al cartone per arazzo raffigurante l”Abbattimento degli Idoli”, di Pietro da Cortona, dalle collezioni di Palazzo Barberini a Roma, dal 20 marzo al 20 ottobre 2013.

Infine, questa contenuta ma significativa esposizione, propone un approfondimento sui racconti agiografici che trattano la conversione di Costantino, avvalendosi di un contributo filmato che illustra l’architrave romanico istoriato della Chiesa di San Silvestro a Pisa, oggi conservato nel Museo Nazionale di San Matteo, ma anche mostrandoci altri esempi di raffigurazione de “La Leggenda della Vera Croce”, per mano di Luca Signorelli e Luca di Paolo da Matelica.

La visita guidata dell’esposizione, degli affreschi de “La Leggenda della Vera Croce” di Piero della Francesca e della Basilica di San Francesco ha la durata di un’ora circa.