Rinascimento in Terra d’Arezzo

DA BEATO ANGELICO E PIERO DELLA FRANCESCA

A BARTOLOMEO DELLA GATTA E LUCA SIGNORELLI IN VAL DI CHIANA

22 GIUGNO – 18 NOVEMBRE 2012

La definitiva cessione di Arezzo a Firenze nel 1384 le tolse definitivamente l’autonomia e la ridusse ad area periferica dello stato fiorentino. Il ‘400 fu poi un secolo caratterizzato da frequenti epidemie ed altrettanto frequenti tentativi di ribellione al potere fiorentino. Ma nonostante tutto questo, Arezzo fu comunque una fucina di sapere del Rinascimento: intellettuali come Leonardo Bruni, Carlo Marsuppini, Poggio Bracciolini, Benedetto Accolti, ad esempio, ebbero i natali nel nostro territorio, per quanto poi gravitassero in area fiorentina. Da citare è inoltre Giovanni Tortelli, arciprete della Pieve, residente a Roma ed amico del Traversari, che ebbe probabilmente un ruolo importante nell’ideazione del programma iconografico della Cappella Bacci. Atti notarili testimoniani infatti anche rapporti del Tortelli con Giovanni Bacci.

Il Rinascimento in architettura si manifesta con Bernardo Rossellino ed i suoi interventi nella facciata del Palazzetto di Fraternita dei Laici, e nel Palazzo Bruni-Ciocchi-Dal Monte, per il cui progetto si fa il suo nome.

In questo contesto la pittura di carattere gotico-cortese, legate alla scuola di Spinello Aretino ed in particolare a suo figlio Parri, giunge alla pienezza dellinguaggio rinascimentale con la figura di Bartolomeo della Gatta, passando per Piero della Francesca e Luca Signorelli. Sporadiche le presenze fiorentine, come quelle di Beato Angelico e Filippo Lippie si alternano a persistenze tardo-gotiche, come quelle degli affreschi degli “Uomini famosi”della sala delle Udienze del Palazzo Comunale di Lucignano. Ma diffusissimo è soprattutto in Valdichiana il linguaggio senese.

Questo il tema dell’interessante progetto che già ha animato l’estate culturale di Arezzo città e della Valdichiana, ma che proseguirà fino a Novembre. “Rinascimento in Terra d’Arezzo” coinvolge i seguenti musei, che è possibile visitare a prezzo ridotto o gratuito  tramite la Card PGM (Piccoli Grandi Musei), e nei quali sono stati sviluppati percorsi tematici:

Arezzo

  • Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna
  • Fraternita dei Laici
  • Mudas Museum – Museo Diocesano di Arte Sacra
  • Cappella Bacci
  • Casa Museo Ivan Bruschi

Cortona

  • Museo Diocesano
  • MAEC – Museo dell’Accademia Etrusca

Castiglion Fiorentino

  • Collegiata e Museo della Pieve di San Giuliano
  • Pinacoteca Comunale

Lucignano

  • Museo Comunale

Foiano

  • Chiesa della Fraternita

Marciano

  • Chiesa di S.Andrea e S.Stefano

Monte San Savino

  • Chiesa di S.Chiara

Rimando al seguente Link per le informazioni sulle iniziative e le visite guidate:

www.rinascimentointerradarezzo.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *